domenica 5 marzo 2017

L'ora notturna

La sveglia mi mostra l'ora.
I miei occhi bruciano 
sul foglio che sto scrivendo. 

La sveglia mi mostra l'ora.
Le mie dita stringono la penna, 
le parole scivolano tranquille 
e tutte le vibrazioni che sento 
restano impresse sulla carta. 
La fioca lampada che mi fa luce
riscalda il silezioso buio
in una sensazione di conforto.

La sveglia mi mostra l'ora. 
Parole impolverate o parole 
leggere che volano sull'acqua 
come bianchi uccelli, 
so da dove vengono, 
vengono da quel cumulo di sogni 
che si attardano la sera nel mio letto 
e non mi lasciano dormire.

La sveglia mi mostra l'ora. 
Queste parole lasciano un sospeso 
e vengono risucchiate 
dalla risacca sulla spiaggia
come piccoli sassolini levigati 
e detersi col tempo che passa,
tintinnano, dondolano 
prima che l'onda le insabbi.

La sveglia mi mostra l'ora. 
La notte non ha ancora chiuso 
le sue porte e insiste su di me insonne.
Autore:Ivana Tata @tutti i diritti riservati lg.633/1941



Posta un commento